BRIOCHE 1000 LIKE DI PAOLETTA ALLO YOGURT

Eccomi di nuovo a pubblicare una ricetta di Paoletta, con le sue stupende ricette riesce sempre a coinvolgermi.
Io amante del lievito madre ogni tanto cado in tentazione perchè le ricette che lei propone meritano veramente anche una trasgressione per me, cioè ____Il Lievito di Birra____Grazie Paoletta sei fantastica.

Ho fatto qualche modifica, ho diminuito la quantità di lievito prolungando un pò il tempo di lievitazione del secondo impasto e ho usato lo yogurt che faccio io ogni giorno, il risultato e straordinario ugualmente____Sofficissimaaa.

 

 

 

 

 

Ingredienti per il primo impasto.

200 g di farina zero
110 g di acqua
9o g di latte intero fresco
10 g di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero

 

 

 

 

 

 

 

 

Impastare tutti gli ingredienti, la farina setacciata, il latte, l’acqua dove è stato sciolto il lievito di birra e lo zucchero. Mescolare bene il tutto, coprire e lasciare raddoppiare(ci vorra circa 1 ora).

 

 

 

 

 

 

Ingredienti per il secondo impasto.

400 g di farina zero
100 g di yogurt bianco intero
90 g di burro da panna centrifugata
60 g di zucchero (la dolcezza puo variare  secondo l’uso che ne dobbiamo fare)
9 g di sale (può variare secondo l’uso)
1 uovo intero 
2 tuorli
la buccia edibile grattugiata di un limone, a piacere
i semi di una bacca di vaniglia, oppure un cucchiaino di vaniglia liquida, a piacere
1 tuorlo d’uovo e 1 cucchiaio di latte per spennellare.

 

Procedimento per il secondo impasto.

Mettere nella ciotola dell’impastatrice, il primo impasto raddoppiato, la farina, lo yogurt, l’uovo intero e un cucchiaio di zucchero.
Avviare l’impastatrice e con il gancio iniziare a impastare. Far incordare bene l’impasto, iniziare a inserire il primo tuorlo con metà zucchero, impastare fino a che non sarà tutto incorporato prima di aggiugere nuovamente il secondo tuorlo e il restante zucchero.

Far incordare bene l’impasto come si vede nella foto sotto,  iniziare ora a inserire il burro in tre volte aspettando sempre che sia incorporata la dose prima di inserire la successiva, con l’ultima dose inserire anche il sale.

Incordare bene l’impasto, aggiugere la buccia del limone e la vaniglia, impastare ancora, fare la prova del velo che dovrà risultare trasparente e resistente.

Togliere l’impasto dalla ciotola, trasferire l’impasto sulla spianatoia, fare una serie di pieghe, pirlare formando una palla e lasciarlo puntare scoperto per un’ora.

Trascorso il tempo di riposo, dividere l’impasto nelle pezzature desiderate.

Questo sono le pezzature che ho fatto con questa dose, nello stampo piu grande ho messo 4 palline da 200 g, il resto lo steso e spalmato di marmellata di frutti di bosco fatta al momento, tagliato in 4 parti arrotolato e messo a lievitare nello stampo più piccolo dandogli così la forma di torta di rose. Diminuendo 20 g di impasto ad ogni pallina, la torta di rose con più impasto avrebbe avuto uno sviluppo migliore.Coprire a campana (io uso le scatole di plastica con il coperchio) e far lievitare fino a che non deborderà dallo stampo ci vorranno circa due ore.
Spennellare ora con il tuorlo d’uovo sbattuto con un cucchiaio di latte e cuocere a 170/180 C° per 45 minuti o fino a che non raggiugerà al cuore 94 C°.

Sfornare e far raffreddare, poi togliere dallo stampo e posizionare su una gratella facendo raffreddare del tutto.

Sarà per voi tutti una meravigliosa scoperta questa brioche…… vi aspetto per la prossima ricetta.

(Visited 1.259 times, 1 visits today)

Comments

  1. Leave a Reply

    Maria Grazia
    16 settembre 2018

    Salve,bel blog! Complimenti per la tua bravura!Vorrei aver capito chi fossi su fb ma non ci sono riuscita.Vorrei sapere che W di farina hai usato per la mille like e la 448,sono stupende! Grazie molte

    • Leave a Reply

      minaelesuericette
      16 settembre 2018

      Ciao Maria Grazia…mi chiamo Storai stafania mi trovi su facebook e su instagram
      Per le farine la 448 lo scritto e una 330 W, per la 1000 Laik e una zero con un w di 240/260…Grazie per i complimenti, ti aspetto per le prossime ricette, a presto Stefania ti aspetto su Facebook

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>