LA NUVOLA D’ORO

Questa è la mia versione del tormentone di questa estate “LA NUVOLA D’ORO” di OSCAR PAGANI. Il mio primo grande levitato realizzato con i li.co.li.

Ha una sofficita unica ed è molto semplice la sua eseguzione, vi invito a provare a realizzarla ne rimarrete entusiasti come me, già fatta 4 volteeee.

Ho fatto varie versioni scegliete il gusto che più vi piace, come si dice…a qualsiasi gusto la realizzerete sarà senzaltro un successo.

 

 

Ingredienti per il primo imasto;

350 g di farina per grandi lievitati W 380/400
150 g di li.co.li lievito liquido,( oppure P.M solida, g 125 aggiungendo 35 g in più di acqua al peso totale.)
125 g di acqua
125 g di burro
100 g di zucchero
100 g di tuorli

Due parole sul lievito, rinfrescando molto spesso anche tutti i giorni il mio lievito sia liquido che solido (premetto che faccio la gestione in acqua del solido), il mio lievito sarà sano e forte, quindi avendo un lievito molto in forza e ben custodito ho fatto solamente 2 rinfreschi sia nel liquido che nel solido prima di iniziare il primo impasto con 10 g in meno di acqua, esempio, licoli 50 g farina, 50 g lievito 40 g acqua, nel solido classico rinfresco. Oscar Pagani ha un metodo diverso che io non ho usato.

 

 

 

Ingredienti per il secondo impasto;

150 g di farina per grandi lievitati W 380/400
125 g di burro
125 g di zucchero
100 g di tuorli
50 g di acqua
5 g di sale
5 g di malto

 

 

 

Le sospensioni;

Io ho usato, marmellata di mandarini tardivi di Ciaculli (troverete la ricetta quì sul blog, inserita alla fine del secondo impasto), lamponi, mirtilli, fragole canditi, ecc ecc
Calcolare le sospensioni a piacere, il risultato della nuvola d’oro dopo la cottura sarà sofficissimo e per me è giusto non abbondare con le sospensioni.
In uno stampo da un kg ho messo 900 g di impasto compreso di 60 g di marmellata di mandarini e 20 g di miele.
Nello stampo da 750 g, ho messo 680 g di impasto conpreso di 125 g di lamponi canditi.
In quello da 500 g,  ho messo 400 g di impasto conpreso di 80 g di mirtilli canditi.

Procediento per il primo impasto;

Con questo periodo caldo sarà bene mettere tutti gli ingredienti in frigo compreso la ciotola e il gancio, per iniziare l’impasto nel migliore dei modi.

Mettere nella ciotola dell’impastatrice, la farina setacciata, il lievito, metà acqua, metà zucchero e un terzo del quantitativo di uova. Con il gancio iniziare a impastare per qualche istante poi aggiungere piano in più volte la restante acqua e lo zucchero facendo incordare.

 

Terminare con le restanti uova aggiungendole in due volte aspettando sempre che sia assorbita la dose prima di inserire la successiva.
A impasto incordato iniziare a inserire il burro freddo a piccoli pezzi in tre volte amalgamare bene facendo incordare.

Imburrare leggermente un contenitore capiente che possa supportare il triplo dell’impasto, togliere l’impasto dalla ciotola arrotolarlo con le mani e metterlo nel contenitore, coprirlo e farlo lievitare a 22,23 C° fino a che non sarà triplicato circa 16 ore, non avendo la cella di lievitazione con questo caldo nel posto più fresco della casa e lievitato in 10 ore.

Procedimento per il secondo impasto;

Prima di iniziare il secondo impasto mettere nuovamente tutti gli ingredienti compreso il primo impasto e la ciotola in frigorifero per 1 ora(gli ingredienti solamente in questo periodo caldo l’impasto lievitato sempre in frigo prima di iniziare).
Aggiugere nella ciotola dell’impastatrice, l’impasto lievitato, la farina, il malto, un goccio di acqua e fare incordare.
Continuare a impastare aggiungendo zucchero acqua e uova in tre volte sempre facendo incordare prima di inserire la dose successiva.
Quando l’impasto si stacchera dal fondo della ciotola iniziare a inserire il burro sempre in tre volte, incordare bene, fare la prova del velo che dovrà risultare trasparente e forte.

A questo punto decidiamo cosa fare con le sospensioni, rovesciare l’impasto sul tavolo imburrato, spezzare l’impasto, per la Nuvola D’oro alla marmellata di mandarini rimettere 820 g di impasto nella ciotola dell’impastatrice e inserire la sospansione facendo incordare, poi riposizionarlo sul piano di lavoro.

Allargare ora gli altri impasti e inserire le sospensioni desiderate a mano, facendo attenzione perche sono molto delicate, lasciare puntare per tre ore gli impasti scoperti sul tavolo.

Trascorso il tempo, fare le pieghe a tre arrotolare e lasciare riposare 15 minuti, poi pirlare e mettere a lievitare negli stampi. Lasciare lievitare  fino a che l’impasto non sarà arrivato a 2 centimetri dal bordo(ci vorranno circa tre ore a 28C°).

Con una lametta fare un taglio a croce abbastanza profondo e infornare a 160/165 C° per 50 minuti o fino a quando inserendo la sonda al cuoresi saranno raggiunti i 92/94 C° (io preferisco 96 C° mi piace più cotta).

Infilzare con gli oppositi spilloni e copovolgere, lascire raffreddare per 10/12 ore. 

 

Realizzare grandi lievitati è per me grandissima soddisfazione, spero che le mie ricette eseguite passo passo vi aiutino a realizzarle con più semplicità.            Buona Lievitazione.

 

(Visited 3.289 times, 3 visits today)

Comments

  1. Leave a Reply

    Seelene
    25 settembre 2018

    Buongiorno. Vorrei sapere quali sono i tempi e in che orari hai preparato x poi lievitare. Grazie

    • Leave a Reply

      minaelesuericette
      25 settembre 2018

      Ciao..I tempi di lievitazione ci sono scritti nella ricetta, faccio sempre il primo impasto la sera per avere la mattina successiva l’impasto lievitato per iniziare il secondo.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>